Le domande frequenti


A quale età bisogna iniziare ad usare una crema antirughe?

Innanzitutto bisogna chiarire il termine anti age. Come dice la parola stessa, anti aging significa “prevenzione dell’invecchiamento”. Gli esperti dichiarano che l’invecchiamento cutaneo inizia a manifestarsi intorno ai  25 anni, per avere maggiore espressione intorno ai 40. Le creme anti età, hanno quindi il compito di mantenere il benessere del viso e rallentarne il decadimento. 

Perché è presente l’acido jaluronico nelle creme?

L’acido jaluronico è un elemento caratterizzante i tessuti connettivi, che sono responsabili della tensione della pelle. Ad essa offre  aiuti fondamentali per la resistenza ed il mantenimento della forma. Con il passare degli anni l’acido ialuronico diminuisce, le fibre collagene si allungano e la pelle perde elasticità, con approfondimento delle rughe. Parallelamente, l’invecchiamento porta ad una maggiore permeabilità cutanea con deplezione di liquidi e disidratazione tissutale. L’utilizzo, in dermo-estetica, di un acido ialuronico opportunamente bilanciato, con molecole più o meno grandi permette di apportare sostanze utili al metabolismo delle fibre collagene e, contestualmente, di creare una barriera alla perdita di liquidi, reidratando la cute senza interferire con la sua traspirazione. 

Perché è utile utilizzare un integratore alimentare?

Possiamo definire integratore un prodotto alimentare che offre all’organismo i giusti fattori nutrizionali per favorire il benessere psico-fisico della persona.  i processi di produzione, conservazione ed anche cottura impoveriscono il potere nutrizionale dei cibi  e l’uso degli integratori può aiutare a colmare questa mancanza. In particolare, gli integratori anti aging, costituiscono un’arma a disposizione dell’organismo per combattere i fenomeni di ossidazione che accorciano la vita cellulare intaccando l’integrità delle membrane. 

Quali motivi fanno sì che la pelle invecchi? 

Possiamo dividere le cause dell’invecchiamento della pelle in meccanismi fisiologici intrinseci  e fattori estrinseci. I primi sono rappresentati dal deterioramento del collagene, dall’allungamento del ciclo di rinnovamento delle cellule  cutanee e dall’aumento dello spazio intercellulare con incremento della permeabilità dei tegumenti. I secondi consistono in tutti quegli elementi che interferiscono con il normale metabolismo cutaneo, come i radicali liberi, che intaccano le membrane cellulari o come i raggi ultravioletti, lo stress ed il fumo, che, riducendo l’ossigenazione dei tessuti, rendono più fragili le cellule.

Qual è il modo migliore per applicare il rinnovatore cellulare?

Spalma 3-4 gocce di rinnovatore cellulare su viso, collo e décolleté massaggiando  vigorosamente fino a completo assorbimento. Attendi 5 - 10 min. e rimuovi con la soluzione detergente. Da usare preferibilmente la sera, soprattutto d’estate. Trattamento anti age: usa il rinnovatore per 21 giorni consecutivi e poi solo 2 volte a settimana. In caso di rughe profonde 3 o 4 volte a settimana. Trattamento pelli giovani e normali: usa il rinnovatore per 8-10 giorni consecutivi e poi 1 volta a settimana.

Perché il contorno occhi è una delle parti più sensibile all’invecchiamento?

La pelle del contorno occhi è più sottile rispetto alle altre parti del corpo e perciò soggetta a continue aggressioni ambientali, dal vento, all’umidità fino agli sbalzi termici. Altra caratteristica della zona in questione è la lenta circolazione del sangue, da qui cause come borse e occhiaie. Una buona cura del proprio contorno occhi permette di allontanare i segni dell’invecchiamento e della vita quotidiana. Non è importante agire su queste parti con prodotti specifici, ma cercare di aumentare il numero e l’intensità delle applicazioni. Non solo creme anti age ma anche la soluzione detergente, nel momento in cui strucchi gli occhi, possono darti il giusto aiuto. 



Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Check out

PayPal